LogoLogo

Lisbona

Lisbona emblemCapitale e maggiore città del Portogallo, è anche il cuore politico e finanziario della nazione.
La città sorge su sette colline lungo il corso del fiume Tago. La sua fondazione risale ai Fenici, e fu poi colonia romana e araba.

In breve

Area: 85 km² -- Popolazione: 540mila - 3 milioni di abitanti nell'area metropolitana (Grande Lisboa) -- Densità: 5714 per km² -- Codice Postale: 1000-1900 -- Prefisso telefonico: (+351) 21 -- Sito Ufficiale: http://www.cm-lisboa.pt/


Lisbona

Punti d'Interesse

  • Il borgo storico di Belém situato lungo le rive del Tago (Rio Tejo), uno dei quartieri più affascinanti della città, in cui si trovano la Torre de Belém e il Mosteiro dos Jeronimos che dal 1983 sono inclusi tra i siti Unesco Patrimonio dell'Umanità. La Torre de Belem, una torre di guardia distrutta durante l'invasione napoleonica e ricostruita nel 1846, all'estuario del Tago, è uno dei simboli più famosi di Lisbona. Il vicino Mosteiro dos Jeronimos, stupendo esempio della cosiddetta architettura Manuelina, fusione dei tradizionali stili gotico e rinascimentale con gli influssi derivati dalle esplorazioni geografiche; il Monastero è uno dei pochi edifici dello "stile manuelino" sopravvissuto al terremoto di Lisbona. Oltre alle tombe reali è anche il luogo di sepoltura di Vasco da Gama.
  • Il quartiere alto di Lisbona, Bairro Alto, è ricco di attrattive per lo shopping e la vita notturna.
  • Il museo nazionale Azulejo, che documenta la storia delle bellissime maioliche che ricoprono palazzi e chiese in tutto il Paese.
  • Il Castelo de São Jorge, fortezza utilizzata per secoli come dimora reale; distrutto durante il grande terremoto del 1755, fu poi ricostruito.
  • la Cattedrale del Patriarcato di Lisbona, la chiesa più antica della città, la cui costruzione iniziò nel 1147. Parzialmente distrutta dal terremoto del 1344, fu ricostruita nel 1380 con la facciata occidentale in stile romanico.
  • la grande chiesa barocca Igreja de Santa Engrácia, costruitta nel XVII secolo ma completata solo nel XX, mai usata come chiesa, oggi utilizzata come Pantheon Nazionale (Panteão Nacional). Ospita i sepolcri di vari presidenti e scrittori e alcuni cenotafi dedicati agli eroi della storia portoghese.
  • Le rovine del Convento do Carmo, realizzato da Nuno Alvares Pereira negli anni 1389-1423, monastero dell'Ordine carmelitano, era considerato un bell'esempio di gotico portoghese, ma venne gravemente danneggiato nel terremoto del 1755.

Dove soggiornare