LogoLogo

Algeria

Terra di contrasti che occupa un vastissimo territorio dal Mar Mediterraneo a nord fin giù nel cuore del Sahara, l'Algeria è il secondo paese dell'Africa per superficie e l'undicesimo al mondo. Il patrimonio culturale e storico delle molte civiltà che da tempi antichissimi lasciarono le proprie testimonianze in monumenti di rara bellezza è accompagnato da un'ampia scelta di offerte turistiche, dalle assolate spiagge mediterranee che offrono una vacanza rilassante, possibilità di shopping, attività sportive e intrattenimento, ad itinerari più avventurosi entro i monti e gli impervi ma affascinanti paesaggi sahariani.

In breve

Area: 2.381.741 km² -- Popolazione: circa 33 milioni di abitanti -- Densità: 13,3 abitanti per km² -- Governo: Repubblica -- Capitale: Algeri -- Lingua: arabo, francese -- Religione: Musulmana -- Moneta: Dinaro (DZD) -- Prefisso telefonico dall'Italia: 00213 -- Prefisso telefonico per l'Italia: 0039 -- Fuso orario: stessa ora dell'Italia; un'ora in meno quando in Italia vige l'ora legale. -- Suffisso internet: .dz -- Membro di: ONU dal 8 ottobre 1962


Algeria

Divisione amministrativa

L'Algeria è attualmente divisa in 48 wilaya (province), 553 daira (contee) e 1541 baladiyah (comuni). Dalla data dell'indipendenza dalla Francia, 5 luglio 1962, molte nuove province sono state aggiunte, lasciando alle province originarie il numero progressivo iniziale, per cui i numeri ufficiali delle province algerine non corrispondono all'ordine alfabetico. L'elenco delle province con la numerazione ufficiale è il seguente: 1 Adrar, 2 Chlef, 3 Laghouat, 4 Oum el-Bouaghi, 5 Batna, 6 Béjaïa, 7 Biskra, 8 Béchar, 9 Blida, 10 Bouira, 11 Tamanghasset, 12 Tébessa, 13 Tlemcen, 14 Tiaret, 15 Tizi Ouzou, 16 Algiers, 17 Djelfa, 18 Jijel, 19 Sétif, 20 Saida, 21 Skikda, 22 Sidi Bel Abbes, 23 Annaba, 24 Guelma, 25 Constantine, 26 Médéa, 27 Mostaganem, 28 M'Sila, 29 Mascara, 30 Ouargla, 31 Oran, 32 El Bayadh, 33 Illizi, 34 Bordj Bou Arréridj, 35 Boumerdès, 36 El Tarf, 37 Tindouf, 38 Tissemsilt, 39 El Oued, 40 Khenchela, 41 Souk Ahras, 42 Tipasa, 43 Mila, 44 Aïn Defla, 45 Naama, 46 Aïn Témouchent, 47 Ghardaïa, 48 Relizane.

Il Territorio

Situata al centro dell'Africa Settentrionale, Algeria è delimitata da oltre 6000 km di confini con il Marocco, la Tunisia, la Mauritania, Sahara Occidentale, Niger, Mali e Libia, mentre a nord si affaccia sul Mediterraneo con oltre 1200 km di costiere; l'immenso deserto del Sahara occupa oltre 2 milioni di kmq di territorio algerino, assieme a quattro gruppi montagnosi la catena costiera, più a sud una successione di pianure ed altopiani, poi l'Atlante Telliano e l'area sahariana con gli aridi picchi di grande bellezza.

Il Clima

Lungo la fascia costiera, ove risiede la maggioranza della popolazione, il clima è mediterraneo, con il sole per tutto l'anno, e gli inverni sono molto miti.

Link Utili

Sito della Farnesina per Algeria | Sito dell'Ambasciata Italiana in Algeria | Sito ufficiale del Ministero per il Turismo dell'Algeria (in francese) -- Vademecum per il turista italiano: Per poter entrare in Algeria è necessario il passaporto. Per poter guidare un autoveicolo, è necessaria una patente internazionale - come da Convenzione di Ginevra 1949 o Vienna 1968 - oppure patente italiana accompagnata da traduzione in francese legalizzata da autorità consolari o ambasciate algerine.

Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità

logo Unesco
  • Al Qal'a di Beni Hammad, sito archeologico vicino al Mar Mediterraneo, ad ovest di Algeri ad oltre 1000 m di altitudine, tra i più antichi complessi fortificati islamici, ove nel 1007 venne fondata la prima capitale della dinastia Hammadita, comprende il palazzo e la grande moschea;
  • Djémila, vicino alla costa del mar Mediterraneo a est di Algeri, con le rovine dell'antica città romana di Curculum, comprende un teatro, due fori, templi, basiliche e case.
  • Le imponenti rovine dell'antica città romana di Thamugas a Timgad, a 35 chilometri da Batna, fondata dall'imperatore Traiano nell'anno 100 come colonia militare, ed abitata in origine da veterani Parti dell'esercito romano, cinta di mura e situata all'incrocio di 6 strade.
  • La Kasbah di Algeri, esempio unico di "medina", la tipica città islamica, situata lungo uno dei tratti costieri più belli del Mediterraneo, a controllo delle isolette su cui già nel IV secolo a.C. esisteva un centro commerciale cartaginese; vi si possono ammirare resti della cittadella, antiche moschee e palazzi Ottomani, e la tradizionale struttura urbana.
  • Valle di M'Zab, nel Sahara a 600 km a sud di Algeri, insieme di insediamenti fondati a partire dal secolo XI dal popolo Ibadis originario del Maghreb sugli altopiani e pendii rocciosi della valle, notevole esempio di adattamento architettonico ai limiti imposti da una natura ostile e spesso devastata dalle inondazioni del wadi nei brevi periodi di piogge torrenziali. Nella valle sono presenti 5 villaggi fortificati (chiamati ksur), ciascuno dominato dalla moschea che fungeva anche da torre di avvistamento e da fortezza. La comunità Mzabita ancora oggi mantiene molte delle proprie usanze politiche e religiose.
  • Il Tassili n'Ajjer, altopiano roccioso che si estende per oltre 500 km a sudest dell'Algeria, parte del quale è incluso in un Parco Nazionale, con una rada vegetazione di cipressi e mirti del Sahara e siti archeologici.
  • La città di Tipasa, oggi famosa per le sue spiagge sabbiose e meta turistica, con il sito archeologico che mostra emergenge di varie dominazioni, fenicia, romana, paleocristiana e bizantina, oltre al grande mausoleo reale della Mauritania, il Kbor er Roumia.