LogoLogo

Ungheria

bandiera Ungheria Secondo un detto proverbiale, è facile entrare in una casa ungherese, ma difficile uscirne perché il padrone di casa cerca di trattenere il suo ospite più a lungo possibile.
Insieme con l'ospitalità, un'altra caratteristica tipica degli ungheresi è la loro cortesia nelle relazioni sociali, e il loro amore per la musica, come dimostrano i grandi musicisti Brahms e Liszt, le danze tradizionali tzigane, e, più recentemente, la diffusione del jazz. La musica accompagna i visitatori anche nei molti ristoranti e locali dove i tradizionali cibi piccanti, accompagnati da vino Tokai, sono allietati dal suono di violini.

In breve

Area: 93.030 km² -- Popolazione: circa 10 milioni di abitanti -- Densità: 108 abitanti per km² -- Governo: repubblica -- Capitale: Budapest -- Lingua: ungherese -- Religione: cattolica -- Moneta: Fiorino ungherese (HUF) -- Prefisso telefonico: +36 -- Sigla automobilistica: H -- Suffisso internet: .hu -- Membro di: ONU dal 1955, UE dal 1 maggio 2004


Ungheria

Divisione amministrativa

L'Ungheria è divisa in 19 contee chiamate megyék oltre la capitale Budapest, che è indipendente dal governo di contea. Le contee si suddividono poi in 167 sottoregioni chiamate kistérségek. Oltre ai capoluoghi di contea, altre 5 città hanno statuto di contea: Érd (contea di Pest), Dunaújváros (contea di Fejér), Hódmezõvásárhely (contea di Csongrád), Nagykanizsa (contea di Zala), Sopron (contea di Gyõr-Moson-Sopron).

Le contee, ciascuna col suo capoluogo, sono: Bács-Kiskun (Kecskemét), Baranya (Pécs), Békés (Békéscsaba), Borsod-Abaúj-Zemplén (Miskolc), Csongrád (Szeged), Fejér (Székesfehérvár), Gyõr-Moson-Sopron (Gyõr), Hajdú-Bihar (Debrecen), Heves (Eger), Jász-Nagykun-Szolnok (Szolnok), Komárom-Esztergom (Tatabánya), Nógrád (Salgótarján), Pest (Budapest), Somogy (Kaposvár), Szabolcs-Szatmár-Bereg (Nyíregyháza), Tolna (Szekszárd), Vas (Szombathely), Veszprém (Veszprém), Zala (Zalaegerszeg).

Link Utili

Sito della Sito della Farnesina per i viaggiatori italiani in Ungheria | Ufficio per il Turismo Ungherese in Italia | Elenco telefonico Ungheria (in inglese) -- Vademecum per il turista italiano: È sufficiente il passaporto o la carta d'identità valida per l'espatrio, e per guidare la patente italiana.

Il Territorio

L'Ungheria occupa una vasta pianura, confinante con i monti Carpazi a nord e attraversata dal Danubio, da nord a sud, che divide il Paese in una parte occidentale, dove si trova il il lago Balaton, e di una parte orientale chiamato Ålfold, ove scorre il fiume Tibisco. Anche se la maggioranza della popolazione vivono nelle aree urbane, le città sono in realtà grossi villaggi, e l'unica vera grande città è la capitale. Il Paese ha un buon sistema di trasporti con una rete navigabile di fiumi che supera i 1300 km, e moderne strade e collegamenti ferroviari.

La Storia

Originariamente abitata dalle etnie germanica e slava, l'Ungheria venne invasa nel X secolo a.C. da popoli Magiari di origine asiatica, che costituiscono oggi oltre il 90% della popolazione, che ha mantenuto nei secoli la propria identità. Dopo un periodo di indipendenza, il paese dal 1699 al 1918 è stato incluso nell'Impero austro-ungarico. Successivamente per lunghi decenni, è stata una repubblica comunista satellite dell'Unione Sovietica con proprieta collettiva della terra. Ma già negli anni Settanta e Ottanta del XX secolo il governo ungherese ha cominciato ad introdurre un'economia di mercato, rafforzando del settore privato, e nel 1990 vi è stato un ritorno alla proprietà privata della terra.

Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità

logo Unesco
    Siti Culturali:
  • Budapest, comprese le sponde del Danubio e il quartiere del Castello di Buda, la Andrássy Avenue e la metropolitana Millennium;
  • l'antico villaggio di Hollóko ed i suoi dintorni;
  • Grotte dell'Aggtelek e lo Slovenský kras (il Carso slovacco), condiviso con la Slovacchia;
  • Cimitero Paleocristiano di Pécs (Sopianæ);

    Siti Naturali e Misti naturali/culturali:

  • Parco nazionale di Hortobágy — la Puszta;
  • Monastero benedettino millenario di Pannonhalma e il suo ambiente naturale;
  • Paesaggio delle coltivazioni della regione del vino Tokaj;
  • Panorama culturale del lago di Neusiedl (Fertõtó), in comune con l'Austria.

L'Economia

Grazie alla fertilità del terreno l'agricoltura è una risorsa importante, con cereali, patate, ortaggi, frutta, vigneti nel Nord che produconoil celebre "tokai", il tradizionale peperoncino rosso da cui si estrae la paprica. Bovini e pollame sono un altro settore notevole, così come l'allevamento di cavalli da corsa. A causa della scarsità di risorse minerarie, con l'eccezione di la bauxite, l'industria pesante ha ceduto il passo a settori tecnologicamente più avanzati come l'automobilistica e l'elettronica.

Dove soggiornare

Hotel consigliati e altre strutture ricettive in: Balatonfüred | Budapest | Bük | Debrecen | Eger | Györ | Hajdúszoboszló | Hévíz | Keszthely | Miskolc | Mosonmagyaróvár | Pécs | Sárvár | Siófok | Sopron | Vecsés | Zalakaros |