LogoLogo

Principato di Monaco

bandiera Principato di MonacoIl Principato di Monaco, secondo stato più piccolo al mondo dopo la Città del Vaticano, si trova sulla costa mediterranea 18 km ad est di Nizza, ed è circondato su tre lati dalla Francia.
Meta privilegiata di turismo e investimenti, il Principato è da decenni molto attivo nel campo delle scienze marine. Il Museo Oceanografico, già diretto da Jacques Cousteau, è tra le istituzioni più rinomate del suo genere al mondo.

In breve

Area: 1.95 km² -- Popolazione: circa 35mila abitanti (2008) -- Densità: abitanti per km² -- Governo: monarchia costituzionale -- Capitale: Monaco -- Lingua: Francese -- Religione: Cattolica -- Moneta: Euro -- Prefisso telefonico: dall'Italia 00377 -- Prefisso telefonico: per l'Italia 0039 -- Fuso orario: UTC+1 (stessa ora dell'Italia) -- Sigla Automobilistica: -- Suffisso internet: .mc -- Membro di: ONU, UE (con la Francia)


Principato di Monaco

Divisione amministrativa

Il Principato è suddiviso in dieci quartieri:
  • Monaco-Ville, la città vecchia su un promontorio roccioso che si protende sul mare, con il Palazzo del Principe;
  • L'ex comune di Monte-Carlo corrisponde a 4 distretti: Monte Carlo/Spélugues, che comprende il Boulevard Des Moulins e l'Avenue de la Madone, zona residenziale e di villeggiatura con il Casinò; La Rousse/ Saint Roman a nord-est, comprendente anche Le Ténao; Larvotto/Bas Moulins, con le spiagge orientali; Saint Michel, la zona residenziale centrale;
  • L'ex comune di La Condamine corrisponde a 4 distretti:
    Condamine, il tratto che fiancheggio il porto con il lungomare; La Colle, lungo la frontiera, a ovest di Cap d'Ail Les Révoires, giardino esotico progettato dall'ingegner Luigi Notari e aperto al pubblico nel 1933; Moneghetti/ Boulevard de Belgique
  • Le aree sottratte al mare dopo il 1970 includono 2 distretti:
    Fontvieille, 324mila mq, edificato nel 1971; Le Portier, non ancora edificato, previsto per il 2014.

Link Utili

Sito Ufficiale del Governo del Principato di Monaco | Sito della Farnesina per Principato di Monaco | Ente Turismo del Principato di Monaco -- Numeri Utili: Polizia 17 da fisso, 112 da cellulare, Ambulanze e Vigili del Fuoco 18 -- Vademecum per il Turista Italiano: È sufficiente la carta d'identità, in corso di validità, valida per l'espatrio.

Dove soggiornare

Hotel consigliati e altre strutture ricettive in: Monte Carlo

Il Clima

Clima Mediterraneo, con inverni miti ed umidi ed estati calde e secche. La temperatura minima media in gennaio e febbraio è 8° C, in luglio e agosto la temperatura massima media è di 26°C.

L'Economia

L'economia monegasca è prevalentemente basata su finanza, commercio e turismo. Molte aziende straniere hanno eletto Monaco come sede, attratte dal mite regime fiscale. Nel 1856 venne aperto il Casinò, che da solo rappresenta attualmente quasi il 25% del PIL, e anche l'industria del turismo è in forte espansione. La Dogana, le poste, le telecomunicazioni e il sistema bancario sono disciplinate dall'unione doganale con la Francia.

La Storia

Fondato nel 1215 come colonia di Genova, Monaco è governato dalla Casata dei Grimaldi dal 1297, con la sola eccezione del periodo napoleonico (1789-1814) durante il quale fu sotto il controllo francese; con il Congresso di Vienna divenne protettorato del Regno di Sardegna fino al 1860, allorché la sovranità del Principato fu sancita dal trattato franco-monegasco del 1861. La costituzione venne promulgata nel 1911 e nel luglio del 1918 venne firmato un trattato, trascritto anche nel Trattato di Versailles, che prevedeva per il futuro una politica monegasca in linea con gli interessi politici, militari ed economici francesi.

La costituzione del 1962 aboliva la pena capitale, introduceva il suffragio femminile, e fondava una Corte Suprema a garanzia delle libertà fondamentali. Nel 1993, il Principato è diventato membro ufficiale delle Nazioni Unite a tutti gli effetti, e nel 2004 è entrato a far parte del Consiglio d'Europa. Il 6 aprile 2005 moriva il principe Ranieri III, a cui succedeva il figlio Principe Alberto II.