LogoLogo

Nizza, Francia

stemma NizzaNizza (Nice in francese) è una città portuale nel sud della Francia vicino al confine italiano, tra Cannes e Monaco, sede del Dipartimento Alpes-Maritimes, affacciata sulla Baie des Anges (=Baia degli Angeli) e riparata da un anfiteatro di colline alle pendici delle Alpi Marittime. Con il secondo aeroporto di Francia in termini di presenze (circa 10 milioni di passeggeri nel 2005) è una città in forte sviluppo.

In breve

Area: 71,92 km² -- Popolazione: circa 348.000 abitanti (2007) -- Densità: 4849 abitanti per km² -- Regione: Provence-Alpes-Côte d'Azur -- Département: Alpes-Maritimes -- Arrondissement: Nice -- Codice postale: 06000, 06100, 06200, 06300 -- Prefisso telefonico: dall'Italia 0033 più codice locale

Link Utili

Sito Ufficiale del Comune di Nizza


Quartieri di Nizza

Divisione amministrativa

Nizza è la sede della prefettura del dipartimento delle Alpi Marittime; con i 23 comuni circostanti forma la Communauté d’agglomération de Nice-Côte d’Azur, di quasi 1 milione di abitanti (2007). La città di Nizza è divisa in 8 territori, ciascuno suddiviso in quartieri, che sono:
  • Territorio 1 (Plaine et Coteaux) con i quartieri: Saint-Augustin, Sainte-Marguerite, Les Moulins, Arénas, Saint-Isidore, Lingostière, Les Combes, Bellet e Saint Antoine;
  • Territorio 2 (Collines niçoises) con i quartieri Estienne d'Orves, Saint-Philippe, Grosso, Le Piol, Saint-Pierre de Féric e Saint-Pancrace;
  • Territorio 3 (Trois Collines) con i quartieri di Cimiez, Rimiez e Gairaut;
  • Territorio 4 (Rives du Paillon), con i quartieri L'Ariane, La Lauvette, L'Abadie, Pasteur, Saint-Pons, Le Trident, Roquebillière, Saint-Charles, Bon-Voyage, Mont Gros;
  • Territorio 5 (Est Littoral) con i quartieri Port, Riquier, Mont-Boron, Diables-Bleus, Saint-Roch e Vinaigrier;
  • Territorio 6 (Nord Centre Nice) con i quartieri Las Planas, Saint-Sylvestre, Cessole, Gorbella, Borriglione, Saint-Maurice, Le Ray e Vallon des Fleurs;
  • Territorio 7 (Coeur de Ville) con i quartieri Vieux-Nice, Carabacel, Médecin, Gambetta, Dubouchage, Libération, Malausséna e Joseph-Garnier;
  • Territorio 8 (Ouest Littoral) con i quartieri La Madeleine, Magnan, Californie, Fabron, Canta-Galet, Ventabrun, Carras, Ferber, La Lanterne e Corniche Fleurie;
  • Inoltre l'estremità sud-ovest del Comune è occupata dall'aeroporto.

Territorio e Clima

Situata ai piedi delle Alpi Marittime, la città dista circa 10 km dal Principato di Monaco e 30 km dal confine italiano. La città è attraversata da due piccoli fiumi spesso asciutti in estate: il Paillon a est (34 km), che trae origine dal Coaraze e riceve i torrenti Laghet e Saint-Andre, e il Magnan a occidente, proveniente dalla Montagne Aspremont, che attraversa il quartiere di La Madeleine prima di arrivare al mare. Tra le colline che dominano la città c'è il colle Cimiez, con resti antichi, e la collina del Castello che separa il porto dalla città vecchia. Grazie alla sua posizione riparata, Nizza gode di inverni miti, per cui nel XIX secolo fu molto popolare tra gli inglesi. Il clima mite favorisce anche la coltivazione della vite nella zona nota come Bellet.

Popolazione

Gli abitanti sono chiamati Nizzardi e parlano un dialetto provenzale noto come Nissart.

Luoghi d'Interesse

  • La Promenade des Anglais, il lungomare che è divenuto simbolo della città nel mondo, chiamata "prom" dai nizzardi, che si estende dal teatro di Verdure fino all'aeroporto per diversi chilometri. Sulla Promenade si affaccia la città vecchia (Vieux-Nice), con il Cours Saleya che ospita negozi e ristoranti, l'Hotel Victoria, dove visse Matisse, e l'hotel Negresco, costruito nel 1912 da Henri Negresco, figlio di un oste di Bucarest che divenne direttore del Casinó Municipale di Nizza.
  • Il Fort du mont Alban, costruito tra il 1557 e il 1560 sulla collina omonima a est di Nizza, uno dei rari esempi di architettura militare francese del XVI secolo. Situato in posizione strategica a 220 metri sul livello del mare, offre un panorama che si estende fino alla Riviera di Ponente italiana. Si presenta a pianta rettangolare di 40 x 46 metri, con le mura attraversate da feritoie e prolungate da bastioni angolari fiancheggiati da torrette.
  • Molti palazzi e ville nel centro storico, tra cui il Château de l'Anglais costruito nel 1857 dall'ex colonnello inglese Robert Smith come residenza invernale nello stile esotico di Jaipur.
  • I molti musei d'arte, tra cui il Museo Matisse, il Musée National du Message Biblique Marc Chagall, il MAMAC (Musée d'Art Moderne et d'Art Contemporain), il musée des Beaux-Arts Jules Chéret, lungo l'avenue des Baumettes, il Musée des Arts Asiatiques, nel quartiere L'Arénas, il Musée international d'Art Naïf Anatole-Jakowsky, in avenue du Val-Marie.
  • Il Museo Archeologico di Cimiez, dedicato all'antichità romana.
  • Il museo di paleontologia umana di Terra-Amata.
  • Il Museo di Storia Naturale di Nizza, aperto nel 1846 con collezioni del naturalista Antoine Risso.
  • L'Observatoire de Nice (Osservatorio di Nizza) sulla cima del Mont Gros, costruito nel 1879 dal banchiere Bischoffsheim Raphaël su progetto di Charles Garnier e cupola di Gustave Eiffel, divenne operativo nel 1887 e fu al tempo il più grande osservatorio privato al mondo.

    Dove soggiornare

    Hotel consigliati e altre strutture ricettive in Nizza

    Eventi

    • Nell'estate del 2011, il meeting annuale dei Paesi del G8.
    • Il Carnevale di Nizza, celebrato nella sua forma attuale dal 1873.
    • Il Nice Jazz Festival, che si svolge nel mese di luglio nei giardini di Cimiez.
    • Le Nuits musicales de Nice in luglio e agosto, festival di musica da camera che si svolge dal 1958 sotto la direzione di Jacques Taddei.
    • Il festival Musique Sacrée de Nice, fondato nel 1974 da Pierre Cochereau e Paul Jamin, nel mese di giugno.
    • Il Septembre de la Photo, festival fotografico a tema, istituito nel 1987.

    La Storia

    La storia della città è stata caratterizzata soprattutto dalla sua posizione di frontiera, che ha determinato frequenti cambiamenti di sovranità. La regione dell'odierna Nizza ha tracce di insediamenti umani fin da 400.000 anni fa, un'era geologica in cui il livello del mare era più alto, e la collina su cui oggi sorge il castello era un'isola. La fondazione della città avvenne circa 2000 anni fa ad opera dei Romani, come porto di Marsiglia (Marsiglia Focei) e fu chiamata Nicea (dalla dea greca Niké) in memoria della vittoria contro i Liguri.

    La città divenne presto un importante porto commerciale, inizialmente in rivalità con Cemenelum. Nel VII secolo Nizza si unì alla Lega di Genova formata dalle città Liguri. Nel 729 vennero respinto un attacco dei Saraceni, che tuttavia saccheggiarono la città nell'859 e 880. Durante il Medioevo Nizza fu alleata di Pisa contro Genova. Nel corso dei secoli XIII e XIV secolo fu sotto i Conti di Provenza, e nel 1388 passò sotto la Contea di Savoia, diventandone, con Villefranche-sur-Mer, l'unico porto sul Mediterraneo.

    Nel conflitto fra Carlo I di Spagna e Francesco I di Francia, Nizza subì l'attacco dei vari eserciti, con saccheggi, pestilenze e carestie per diversi anni. Infine, Papa Paolo III negoziò un trattato di pace tra i due sovrani, che firmarono la tregua di Nizza, ma la pace durò solo dieci anni. Nel 1543 Nizza fu attaccata dalle forze di Francesco I e del pirata turco Barbarossa, che saccheggiò la città facendone schiavi 2500 abitanti.

    Nel 1600 la città fu occupata dal duca ugonotto di Guisa, che inaugurò un periodo di libertà commerciale e prosperità. Nel 1696 la città tornò ai Savoia allorché la figlia del Duca sposò un nipote di Luigi XIV di Francia. Ma poco tempo dopo, nel 1705, Luigi XIV pose l'assedio alla città e dopo la sua conquista ne distrusse le fortificazioni. Nel 1713 con il Trattato di Utrecht Nizza tornava ancora ai Savoia, e venne in gran parte ricostruita. Nel 1792 fu occupata dalle truppe rivoluzionarie della repubblica francese, ma il Congresso di Vienna la restituì al Regno di Sardegna. Nel 1860 con il Trattato di Torino tra Italia e Francia la città di Nizza tornò alla Repubblica francese.

    Durante la II Guerra Mondiale l'area di Nizza fu bombardata il 26 maggio 1944 da truppe alleate, in preparazione per le manovre per l'invasione della Normandia. Dopo la seconda guerra mondiale Nizza fu governata dal popolare sindaco Jean Médecin (1923-1941 e 1947-1965) e successivamente dal figlio Jacques Médecin (1966-1990) che nel 1990 lasciò la Francia, dopo diversi scandali per corruzione politica. Nel 2000 i Paesi dell'Unione europea hanno firmato nella città il trattato di Nizza.