LogoLogo

Giappone

bandiera GiapponeIl Giappone ci accoglie con tre festoni di isole di fronte alle coste orientali dell'Asia: quattro isole più grandi - Hokkaido, Honshu, Kyushu e Shikoku - e una folla di isole minori e di isolette, con una ventina di vulcani attivi, su tutti i quali domina dalla maggior isola di Honshu il Fujiyama (3778 m).

In breve

Area: 379.867 km² -- Popolazione: circa 128 milioni di abitanti -- Densità: abitanti per km² -- Governo: monarchia costituzionale -- Capitale: Tokyo -- Lingua: giapponese -- Religione: 80% scintoismo e buddismo -- Moneta: Yen -- Prefisso telefonico: dall'Italia 00 81 e prefisso della città senza lo zero -- Prefisso telefonico: per l'Italia +39 -- Fuso orario: +8h rispetto all'Italia; +7h quando in Italia vige l'ora legale -- Sigla Automobilistica: JP -- Suffisso internet: -- Membro di: ONU

Link Utili

Ambasciata italiana in Giappone | Ambasciata del Giappone in Italia | Sito dell'ICE per il Giappone | Ente Turismo del Giappone -- Numeri Utili: Emergenza: 119; Polizia: 110 -- Sito della Farnesina per il Giappone

Dove soggiornare


Giappone

Divisione amministrativa

Il Giappone è suddiviso in 47 Prefetture, che sono raggruppate in nove "regioni" geografiche. Da nord a sud, le regioni con le prefetture ad esse associate sono:
    Isola (e regione) di Hokkaido: prefettura di Hokkaido

    Isola di Honshu:

  • regione Tohoku: prefetture Aomori, Iwate, Miyagi, Akita, Yamagata, Fukushima
  • regione Kanto: prefetture di Ibaraki, Tochigi, Gunma, Saitama, Chiba, Tokyo, Kanagawa
  • regione Chubu: prefetture di Niigata, Toyama, Ishikawa, Fukui, Yamanashi, Nagano, Gifu, Shizuoka, Aichi
  • regione Kansai: prefetture di Mie, Shiga, Kyoto, Osaka, Hyogo, Nara, Wakayama
  • regione Chugoku: prefetture di Tottori, Shimane, Okayama, Hiroshima, Yamaguchi

    Isola (e regione) di Shikoku: prefetture di Tokushima, Kagawa, Ehime, Kochi

    Isola (e regione) di Kyushu: prefetture di Fukuoka, Saga, Nagasaki, Kumamoto, Oita, Miyazaki, Kagoshima

  • Isole Ryukyu: prefettura di Okinawa:

Il Territorio

Il Giappone, nel suo insieme, è caratterizzato da fisionomia geografica complessa, fatta di monti, colline e vallate, con successioni di terrazze e pianure deltizie, e coste frastagliate e portuose. I corsi d'acqua sono brevi, poco profondi, impetuosi, spesso torrentizi; la flora è varia e ricca: crescono conifere, riso, tè, cereali, cotone, ciliegi, albicocchi, cànfore. Tra le isole di Honshu, Scikoku e Kyushu si allarga azzurro, cinto di verdi colline a terrazze, il Mare Interno, che vide fiorire la prima civiltà giapponese.
Il Giappone possedeva, oltre le isole nazionali, l'isola di Formosa, le Isole dei Pescatori, le isole Spratley, la Corea, il Kuantung. Un tempo il Giappone era uno Stato feudale, straziato da lotte tra i nobili baroni, chiuso agli stranieri; era ancora il paese dei samurai dalle armature di lacca, delle case di legno e di carta, delle fragili musmè, dei kimono ricamati e della sommessa armonia del samisen. Attualmente, dopo la sconfitta subita nella Seconda Guerra Mondiale, è un grande paese industriale, dalle grandi città rinnovate a quartieri moderni, abitate da un popolazione laboriosa e altamente civile.

La bandiera nazionale è chiamata Hinomaru, che letteralmente significa "cerchio di sole"; è formata da un campo bianco con un grande disco rosso al centro (che rappresenta il sole senza raggi).

Il Clima

Poiché le isole si stendono per oltre 3800 km, il clima è assai vario: freddo a settentrione, mite altrove; in generale è temperato e piovoso. Il periodo più bello per il turismo è la primavera, anche se i prezzi sono alti e bisogna prenotare per tempo, quando ovunque si possono ammirare i leggendari ciliegi in fiore, ma anche l'autunno, mentre è consigliabile evitare il gelido inverno e i periodi festivi per i giapponesi, vale a dire Capodanno, Settimana d'Oro tra aprile e inizio maggio la festa dell'O-bon, in estate.

Città e Luoghi d'Interesse

veduta Ogni anno milioni di stranieri visitano il Giappone. Tokyo è la capitale (precedente capitale imperiale era Kyoto). Oggigiorno Tokyo è considerata tra le maggiori metropoli del mondo. Nei 23 quartieri in cui è suddivisa, vivono oltre 8 milioni di persone e vanta un sistema di trasporto pubblico altamente sviluppato con numerose linee ferroviarie e metropolitane.

Tokyo propone molti luoghi interessanti per i turisti provenienti da tutto il mondo, sia in ambito culturale che sportivo. Nell'arco dell'anno la città ospita innumerevoli festival e concerti, eventi mondani e sfilate. A Tokyo inoltre sono presenti molti templi, teatri, musei. Da visitare il Museo Nazionale di Tokyo, il Museo Nazionale di Scienze e il Museo Nezu. veduta

Altre città importanti sono: Nagoya, Kyoto, Osaka attiva e bellissima, Yokohama. In Giappone ci sono 28 Parchi Nazionali e decine di Parchi minori; i parchi più famosi sono il Parco Nazionale di Rishiri-Rebun-Sarobetsu National Park, il Parco Nazionale di Akan e il Parco Nazionale di Kushiro Shitsugen nell'isola di Hokkaido.

Come arrivare

Svariate compagnie aeree offrono collegamenti diretti con il Giappone. Esistono traghetti tra Vladivostok in Russia e Yokohama, e tra varie città della Cina. Dall'Italia è possibile usufruire di voli diretti da Milano e Roma, attualmente le compagnie aeree che offrono voli diretti sono Alitalia, Japan Airlines e All Nippon Airways. Altre compagnie offrono voli con scalo intermedio a Parigi, Londra, Amsterdam o Francoforte. Quasi tutti i voli sono diretti al New Tokyo International Airport di Narita, circa 60 km da Tokyo, metropoli internazionale di oltre 12 milioni di abitanti.

Vademecum per il turista italiano

Il turista italiano in Giappone deve avere un passaporto in corso di validità, mentre non occorre un visto per permanenza inferiore ai 90 giorni, da documentare con biglietto aereo. Non sono richieste vaccinazioni, e per guidare occorre avere la patente internazionale. Dopo lo yen, anche il dollaro americano è largamente accettato, ma considerate le commissioni molto alte, conviene cambiare i soldi in Italia. Non è usanza lasciare mance, e molte cose normali per gli italiani sono considerate segnale di grande maleducazione, come cercare di contrattare i prezzi, in quanto il compratore metterebbe in tal modo in dubbio l'onestà del venditore. La corrente elettrica è di solito 100 volts, quindi per molti dispositivi italiani sono necessari adeguati commutatori, trasformatori e adattatori, poichè le prese sono di modello americano.

L'Economia

Grazie alla profonda etica del lavoro ed alla padronanza dell'alta tecnologia, il Giappone si è trasformato nella seconda economia a livello mondiale. Fra le industrie maggiori vanno annoverate le assicurazioni, l'immobiliare, i trasporti e le telecomunicazioni. Il Giappone è fra i produttori più tecnologicamente avanzati di autoveicoli, elettronica, navi, prodotti chimici, tessili. Fra le caratteristiche uniche del sistema giapponese sono le keiretsu, un sistema di cooperazione fra produttori, distributori e banche, e la garanzia per il lavoratore di un posto di lavoro a vita presso la propria azienda.

In agricoltura, benchè la percentuale di terra adatta a coltura sia molto bassa, la coltivazione a terrazzamenti produce livelli elevati di rese del raccolto, benchè il Giappone debba importare circa il 50% del suo fabbisogno alimentare. Nella pesca, il Giappone è secondo al mondo dopo la Cina grazie alla grande flotta peschereccia. Quasi tutto il petrolio è importato.