LogoLogo

Cina

Bandiera CinaIn questa terra un tempo remota e mitica per gli europei un'antica civiltà era gia al colmo del suo splendore quando in Europa ancora non si entrava nell'Età del Bronzo.
Gli antichi abitanti della Cina chiamavano la propria nazione "Impero di Mezzo", perchè ritenevano fosse il centro del mondo abitato. Dopo quasi tre millenni, la Cina, il più antico stato del mondo, è oggi diventata un Paese moderno, nuova frontiera del turismo e del commercio.

In breve

Area: 9,598,086 km² -- Popolazione: oltre 1 miliardo 300 milioni nel 2007 -- Governo: repubblica socialista -- Capitale: Pechino -- Lingua: cinese (mandarino) -- Religione: 59% non professano una religione. Due religioni tradizionali, Taoismo e Confucianesimo, sono molto diffuse e seguite dal 33% della popolazione; 8% Buddhismo -- Moneta: Yuan -- Prefisso telefonico: +86 -- Sigla internet: .cn -- Membro di: ONU dal 1945, membro permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite

Link Utili



Cina

Divisione amministrativa

La Repubblica Popolare Cinese è costituita da 22 province (la 23esima sarebbe Taiwan), 5 regioni autonome, 4 municipii e 2 regioni ad amministrazione speciale.
Province: Anhui, Fujian, Gansu, Guangdong, Guizhou, Hainan, Hebei, Heilongjiang, Henan, Hubei, Hunan, Jiangsu, Jiangxi, Jilin, Liaoning, Qinghai, Shaanxi, Shandong, Shanxi, Sichuan, Yunnan, Zhejiang || Regioni autonome: Guangxi, Inner Mongolia, Ningxia, Xinjiang, Tibet || Municipii: Beijing (Pechino), Chongqing, Shanghai, Tianjin || Regioni a Statuto Speciale: Hong Kong, Macao

Popolazione, Usi e Costumi

Il carattere cinese è stato fortemente plasmato per millenni dalle sue tre religioni tradizionali: Yu, che si sviluppo' dal pensiero di Confucio, Fo, vale a dire il Buddismo, e Tao, la più antica, che venerava il cielo e la terra in tutte le loro forme. Guida religiosa Yu era l'imperatore, e sotto di lui si susseguiva una gerarchia di vicerè, governatori, mandarini e lama (vale a dire i sacerdoti di stato). A Pechino si trovava il Grande Tempio del Cielo, ove l'imperatore presiedeva ai riti religiosi. Dopo la rivoluzione del 1912 che trasformò l'impero in repubblica, la religione di stato perse molti dei suoi riti, anche se tutt'oggi intorno a Pechino si contano ancora oltre 10mila pagode, i templi tradizionali in cui la religione di stato, Yu, ha sempre convissuto con il Buddismo.

Il popolo cinese ha sviluppato nel corso dei millenni usanze e costumi assolutamente unici al mondo. La tipica casa cinese per esempio, di cui si trovano ancora molti esempi, è una lunga successione di stanze collegate tra loro, che si aprono su una galleria. Le pareti sono dipinte di colori luminosi, e decorate con figure che rappresentano fiori, uccelli, donne, o vi sono trascritte in artistici ideogrammi frasi di filosofi e poeti. Le finestre, sempre rivolte a sud, invece dei vetri utilizzavano carta trasparente, porte e arredi tutti preziosissimi, intagliati e dipinti di colori vivaci.

Altra caratteristica unica del paesaggio antropico cinese è la Lanterna. Tradizionalmente c'era una lanterna davanti ad ogni casa o bottega. Una tra le principali feste tradizionali, il giorno della prima luna, è anche nota come Festa delle Lanterne. Tutta la Cina in questa notte è illuminata da lanterne, belle, eleganti, di ogni colore, forma e materiale, alcune grandi come intere stanze dentro le quali si ripete l'arte delle ombre cinesi.

Siti UNESCO Patrimonio dell'Umanità

logo Unesco
  • China Danxia, sito Unesco dall'agosto 2010, comprende 6 paesaggi sorti su terre sedimentarie rosse influenzate da forze endogene (come il sollevamento) e forze esogene (agenti atmosferici ed erosione), in aree della zona sub-tropicale della Cina sud-occidentale caratterizzate da spettacolari falesie rosse e una gamma di morfologie erosive, stupefacenti pilastri e torri naturali, anfratti, valli e cascate. Questi paesaggi conservano le foreste sub-tropicali sempreverdi a foglia larga e ospitano molte specie di flora e fauna, circa 400 delle quali sono rare o a rischio d'estinzione.
  • L'enorme impero e le sue fertili terre attiravano le brame di barbari popoli confinanti, così un antico saggio imperatore del III secolo a.C. iniziò la costruzione della poderosa Grande Muraglia lungo il confine settentrionale, muraglia che al tempo raggiungeva la lunghezza di 2.450 km.
  • Altri Siti: Antica città di Ping Yao, provincia di Shanxi | Antichi villaggi Xidi e Hongcun (Anhui) | Antico complesso di edifici nelle Montagne Wudang (Hubei) | Area protetta dei tre fiumi paralleli dello Yunnan | Area scenica del Monte Emei e Buddha gigante di Leshan (Sichuan) | Città capitali e tombe dell'antico regno Goguryeo | Città vecchia di Lijiang (Yunnan) | Diaolou e i villaggi del Kaiping | Giardini classici di Suzhou (Jiangsu) | Grotte di Longmen presso Luoyang (Henan) | Grotte di Mogao a Dunhuang (Gansu) | Grotte di Yungang a Datong (Shanxi) | Huanglong, area di interesse scenico e storico (Sichuan) | Il centro storico di Macao | Il Tempio del paradiso a Pechino | Incisioni rupestri di Dazu (Sichuan) | Insieme storico del Palazzo del Potala a Lhasa (Tibet) | Località montana e templi circostanti a Chengde (Hebei) | Mausoleo del primo Imperatore Qin a Xi'an (Shaanxi) | Monte Qincheng e il sistema di irrigazione del Dujiangyan (Sichuan) | Monte Taishan (Shandong) | Monte Wuyi (Fujian) | Monti Huangshan (Anhui) | Paesaggio carsico della Cina meridionale Palazzi Imperiali delle dinastie Ming e Qing a Pechino (Città proibita) e Shenyang (Palazzo Mukden) | Palazzo d'Estate e giardino imperiale di Pechino | Parco nazionale Lushan (Jiangxi) | Santuari del panda gigante (Sichuan) | Sito archeologico di Yin Xu (Henan) | Sito dell'uomo di Pechino a Zhoukoudian, Municipalità di Pechino | Tempio e cimitero di Confucio e maniero della famiglia Kong a Qufu (Shandong) | Tombe imperiali delle dinastie Ming e Qing | Valle del Jiuzhaigou, area di interesse scenico e storico (Sichuan) | Wulingyuan, area di interesse scenico e storico (Hunan)

Dove soggiornare

Hotel consigliati e altre strutture ricettive in: Beijing | Guangzhou | Hangzhou | Nanjing | Qingdao | Shanghai | Shenyang | Shenzhen | Xi'an | Xiamen